Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Serpente di mare
Nome scientifico:  Ophisurus serpens
Ord. ANGUILLIFORMI
Fam. Ophichthidae
Gen. Ophisurus
Ha corpo cilindrico molto allungato con testa conica, muso affilato e mascelle lunghe e sottili. Le aperture branchiali, abbastanza ampie e allungate, si aprono immediatamente innanzi alle pettorali. L'occhio è circolare con pupilla tonda ed è ricoperto da una membrana. La narice anteriore è distante dall'estremità del muso. Quella posteriore, si apre sul labbro superiore a metà circa tra quella anteriore e l'occhio ed è ricoperta da un lembo cutaneo. La bocca è molto ampia e la sua apertura corrisponde all'incirca alla metà della lunghezza di tutta la testa. La mascella, leggermente prominente sulla mandibola, porta nella sua parte anteriore due grandi denti acuminati seguiti da altri più piccoli, conici, acuti e disposti in due serie. La mandibola è armata da una sola fila di denti simili a quelli mascellari. Il vomere è armato con tre o quattro grandi denti a pugnale, inclinati indietro e seguiti da molti altri più piccoli. In diverse parti del capo e sulla mandibola esistono dei pori, simili a quelli che sono disposti lungo la linea laterale e che appaiono molto evidenti come punti neri. La pelle è nuda e spessa.
La pinna dorsale si estende con la stessa altezza verso la coda, dove risulta più elevata, e termina un poco innanzi all'estremità codale che pertanto non risulta circondata dalla pinna. L'anale che inizia molto più indietro ha lo stesso andamento della dorsale e occupa poco meno dei due terzi della lunghezza totale. Le pettorali, abbastanza sviluppate, portano da 14 a 16 raggi. Non esistono né ventrali né codale.
Colorazione ocra giallastro più scuro sul dorso, più dorato sui fianchi e bianco argentato perlaceo sul ventre. Numerosi punti neri sulla testa e lungo la linea laterale corrispondenti agli orifizi dei canali mucosi. Le pinne dorsale e anale marginate di nero, le pettorali giallastre, l'iride dorata.
E' una specie bentonica che vive sui fondali fangosi tra i 30 e i 400 metri di profondità. Durante il periodo della riproduzione si avvicina notevolmente alla costa. Ha l'abitudine di infossarsi nei fondali fangosi penetrandoci con l'estremità codale che è appuntita e di restare in tale posizione anche completamente sotterrata. La riproduzione è nei mesi estivi e le uova, pelagiche, si trovano nel plancton superficiale nei mesi di luglio e agosto. Poco prima della schiusa, per l'aumentato peso specifico, le uova si affondano. Le prelarve che sgusciano sono di 8 mm e si trasformano in larve leptocefaliformi, che, raggiunte le dimensioni di 12-13cm, si rimpiccoliscono nella trasformazione in semilarve. A maturazione raggiunta misura 8 cm circa. Si nutre di pesci e di altri organismi animali della fauna bentonica. Si cattura occasionalmente con palangresi di fondo e con reti a strascico. Può arrivare ad oltre metri di lunghezza totale.
Nei mari italiani è più o meno raro ovunque, rarissimo nell'Adriatico settentrionale.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Go to home "GioSa".