Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Simboloforo
Nome scientifico: Symbolophorus veranyi
Ord. MICTOFIFORMI
Fam. Myctophidae
Gen. Symbolophorus
Corpo snello, che va rastremandosi verso il peduncolo codale, coperto di squame cicloidi caduche (40-43 nella linea laterale). La testa ha profilo anteriore arrotondato. L'occhio è grande. La bocca, ampia e terminale, è tagliata quasi orizzontalmente e presenta strette fasce di denti villiformi sui premascellari e sui dentari, i denti palatini sono marcatamente più grandi di quelli mascellari e disposti in singola serie a pettine.
La disposizione degli organi luminosi presenta come caratteri più determinanti il fotoforo sopraventrale. Vi è un solo posterolaterale situato in posizione avanzata rispetto alla pinna adiposa, in genere 8 ventrali anteriori e altrettanti posteriori.
La serie anteriore è lievemente arcuata con la concavità verso il basso. Due precodali, di cui il secondo più elevato, ma più prossimo ai raggi della pinna codale che alla linea laterale.
I maschi adulti presentano due piccole ghiandole luminose sopracodali confluenti e le femmine da due a quattro ìnfracodali.
La pinna dorsale molto più breve di quella anale termina all'incirca in corrispondenza dell'origine di quest'ultima. Le pettorali sono lunghe e si estendono fino all'origine dell'anale e le ventrali quasi fino all'apertura anale
Colorazione bruno argentea più scura sul dorso. E' una specie pelagica che vive al disopra di fondali elevati, ma si trova con frequenza anche tra la superficie e i 100m. La riproduzione è forse tutto l'anno, di pù in primavera. Si nutre di organismi dello zooplancton. Si cattura con reti pelagiche trainate. E' una specie che può raggiungere i 120 mm.
Presente nel bacino del Mediterraneo, con prevalenza sulle coste tirreniche d'Italia.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Go to home "GioSa".