Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Squadro
Nome scientifico: Squatina squatina
Ord. SQUALIFORMI
Fam. Squatinidae
Gen. Squatina
Ha corpo schiacciato dorso-ventralmente, molto largo nella parte anteriore, ristretto posteriormente e fortemente assottigliato verso la coda.
La testa è grande con muso breve e bocca terminale. Sul suo margine anteriore si trovano le narici munite di valve frangiate. Gli occhi sono piccoli e situati sul lato dorsale, dietro ad essi si trovano gli spiracoli, piuttosto grandi e di forma semilunare. I barbigli delle valve nasali non sono frangiati e quello posteriore è appena sporgente dal lobo mediano il quale è invece più o meno frangiato.
La bocca è ampia e porta su ogni mascella una ventina di denti piccoli e uguali a base larga e cuspide centrale, acuminata e con orli lisci
Ha 5 fessure branchiali in posizione anteriore alle pettorali, 2 pinne dorsali senza spine e nessuna pinna anale. La codale è breve, bilobata, con il lobo inferiore più sviluppato e più lungo del lobo superiore. Le pettorali sono quadrangolari e molto grandi ed espanse anche anteriormente in modo da nascondere quasi completamente le aperture branchiali, mentre posteriormente si sovrappongono parzialmente alle pinne pelviche che sono anch'esse molto sviluppate e di forma sub-triangolare.
Lo zigrino che ricopre completamente la pelle sul lato dorsale si estende anche su gran parte della superficie ventrale. 
Tinta di fondo bruno verdastra con punti e macchie scuri e negli esemplari giovanili, macchie e reticolati di linee bianche o più chiare.
La parte ventrale è biancastra.
Ha abitudini bentoniche e di giorno si adagia sui fondali sabbiosi o fangosi semiseppellita dalla sabbia o dal fango. Vive in profondità non molto rilevanti, specialmente in estate nel periodo riproduttivo. E' una specie ovovivipara. Le uova sono grandi e l'embrione è provvisto di un grosso sacco vitellino. Le nascite si verificano nei mesi da dicembre a febbraio. Il numero degli embrioni varia da 7 a 25. Alla nascita i neonati misurano intorno ai 24 centimetri.
Si nutre di pesci, molluschi e crostacei tra la fauna del fondo.
Si cattura con reti a strascico intorno ai 5-30 metri su fondi sabbiosi o detritico-fangosi. A volte è pescato con reti da posta o con le sciabiche.
Abbocca facilmente agli ami. La sua carne è poco stimata e la pelle era molto pregiata per levigare il legno o per ricoprire astucci o impugnature di spade. Può arrivare ai due metri di lunghezza (mediamente intorno a 1,3 m). Gli esemplari più grandi possono raggiungere i 100 Kg
Abbastanza comune in tutti i mari italiani.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Go to home "GioSa".