Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Succiascoglio maculato
Nome scientifico:  Diplecogaster bimaculatus
Ord. GOBIESOCIFORMI
Fam. Gobiesocidae
Gen. Diplecogaster
Il genere si distingue per i denti premascellari esposti a bocca chiusa; pinne anale e dorsale brevi; raggi codali 12; narici su brevi papi , testa senza carene laterali
Ha corpo rastremato cuneiforme, non appiattito e compresso lateralmente nella regione codale, con testa larga a profilo dorsale ascendente e con muso molto più stretto all'apice. La narice anteriore è tubolare con una piccola appendice dermica; quella posteriore è situata al di sopra o immediatamente dietro il margine anteriore dell'occhio.
Bocca relativamente ampia con mascella superiore sporgente sull'inferiore. Presenti denti piccoli, acuti e conici, disposti in gruppo anteriormente e restringentesi in un'unica serie lateralmente.
La pinna dorsale ed anale sono corte e spostate molto indietro. Disco adesivo del tipo Lepadogaster di forma ovale.

La tinta di fondo è rosso carnicino o carminio intenso sul dorso e sui fianchi, giallastra inferiormente. Macchie e punti gialli disposti variamente. Esiste dimorfismo sessuale con variazioni di colorazione dipendenti dalla taglia.
Frequenta le praterie di posidonie e sotto le pietre dei fondi arenosi.
Riproduzione in Aprile-Maggio nel golfo di Napoli; le uova vengono fissate tenacemente dentro le valve vuote dei grossi bivalvi. Si cattura con retini a mano e la sua dimensione massima è 5 cm
Sulle coste italiane è segnalato nel Mar Ligure, nel Tirreno e nell'Adriatico, sempre poco comune.

Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Go to home "GioSa".