Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Succiascoglio pigmeo
Nome scientifico:  Opeatogenys gracilis
Ord. GOBIESOCIFORMI
Fam. Gobiesocidae
Gen. Opeatogenys
Genere mediterraneo che si distingue per la presenza di una robusta spina sub-opercolare.
Ha corpo allungato, subcilindrico anteriormente e compresso lateralmente nel terzo posteriore. La testa è grande, lunga, più o meno triangolare e molto schiacciata, con muso corto alquanto appuntito. Gli occhi sono grandi, ovali e mobili. Le naricisono su ogni lato separate e tubulari; quella posteriore vicino all'occhio, quella anteriore con tubicino lungo, senza orli o flange dermiche. La bocca è grande e le mascelle sono fornite di denti piccoli, conici, ricurvi disposti in gruppo nella parte anteriore ed in una sola serie sui lati. La pinna dorsale è brevissima e ha tre raggi. L'anale, opposta alla dorsale, è simile ed è composta di tre-quattro raggi. La codale è poco sviluppata, col margine posteriore debolmente arrotondato, il disco adesivo è di grandezza media e simile a quella del genere Lepadogaster.  Presente una spina acuta e robusta che è nascosta dalla membrana preopercolare. L'estremità di questo aculeo arriva fino alla parte media delle pettorali. Il maschio possiede una papilla urogenitale lunga e sottile.La lunghezza del disco è un quarto della lunghezza standard (senza la codale). Il bordo inferiore è frangiato.
Il corpo è rosso violetto con punticini bianchi. Innanzi e dietro agli occhi la colorazione rossa è più viva lungo una bassa cresta che corre sui lati della testa. E' una specie carnivora che si incontra di rado nelle praterie di posidonie. Si pesca occasionalmente con retini a mano. Raggiunge la dimensione massima di 3 cm.
Specie meditrerranea, con qualche ritrovamento in Adriatico ed a Messina.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Go to home "GioSa".