Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Tetragonuro
Nome scientifico: Tetragonurus cuvieri
Ord. PERCIFORMI
Fam. Tetragonuridae
Gen. Tetragonurus
Corpo allungato e snello ricoperto di squame piccole, dure, striate e molto aderenti che fanno sembrare il pesce come scolpito nel legno. La linea laterale non è molto evidente e discende gradatamente verso il peduncolo codale e finisce all'origine di due chiglie convergenti.
La testa è un poco compressa e coperta di squame solo sugli opercoli  e sul lato dorsale fino alle narici. Il muso, le mascelle ed un anello intorno agli occhi sono nudi. La pelle del muso e delle mascelle è fittamente munita di pori sottili circolari, misti con alcuni più grandi. L'occhio, circolare, è grande ed è circondato posteriormente da una serie di corte strie e anteriormente da pori. Le aperture nasali sono vicine e situate in alto sul muso. La bocca ha mascelle eguali ma quando è chiusa quella inferiore è completamente coperta da quella superiore. I denti nella mandibola sono lunghi, stretti, compressi, giustapposti e solidamente inclusi in una gengiva traslucida, dalla quale sporgono soltanto le punte a forma di lama di coltello.
Due pinne dorsali contigue ripiegabili in un solco, l'anale origina appena indietro alla seconda dorsale, la codale è profondamente forcuta. Le pettorali sono piccole e le ventrali corte. Manca la vescica natatoria.
La colorazione è nero pece, con riflessi violacei. E' una specie batipelagica, occasionalmente presente in superficie. La riproduzione, forse, dura tutto l'anno. Gli stadi  giovanili seguano meduse e tunicati pelagici. Si nutre di celenterati e ctenofori. Si cattura occasionalmente con rete a strascico in profondità. Non supera i 60 cm.
Nei mari italiani è presente in molte località del Tirreno, Mar Ligure, Sardegna e Sicilia, sconosciuto in Adriatico.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Go to home "GioSa".