Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Tordo fasciato
Nome scientifico:  Crenilabrus dodorleini
Ord. PERCIFORMI
Fam. Labridae
Gen. Crenilabrus
Ha corpo ovale, e relativamente stretto, coperto di squame grandi (32-36 lungo la linea laterale, la quale segue sommariamente il profilo del dorso)
La testa presenta una lieve depressione ed è più lunga dell'altezza massima del corpo e 3 volte il muso. L'occhio grande è circondato da pochi pori mucosi. Le narici si aprono vicino al profilo dorsale.
Il margine posteriore del preopercolo è finemente dentellato, la bocca è molto protrattile, con labbra spesse e la mascella superiore leggermente prominente. Ha denti piccoli, conici, separati tra loro ed in numero di 12 superiormente e 14 inferiormente.
La pinna dorsale ha raggi che si allungano regolarmente dal primo all'ultimo e la parte molle è pochissimo arrotondata. L'anale inizia in corrispondenza dell' ultimo raggio spinoso della dorsale, la codale è spatolata, le pettorali arrotondate e le ventrali più affilate.

La colorazione non risente del dimorfismo sessuale e ha tinte che variano dal rosso al marrone e al bianco con macchie più o meno scure. Caratteristica è una fascia longitudinale marrone scuro o marrone verdastro che va dal muso al peduncolo codale. Una fascia più stretta e dello stesso colore corre lungo il dorso, senza toccare la pinna dorsale.. Fra le due fasce vi è una una terza fascia rossastra, che è limitata inferiormente dalla linea laterale; i fianchi ed il ventre sono rosso rosei, spesso da una fascia biancastra.
La gola e la parte bassa della testa sono giallastre. All'estremità del peduncolo codale vi è una macchia nera violacea.
La pinna dorsale è giallastra trasparente col margine superiore marrone. L'anale porta fasce bruno rossastre oblique. Le pettorali e le pelviche sono incolori, spesso macchiate di giallo e di rosa. La codale è giallastra.
Vive intorno alle zone rocciose vicino alle praterie di posidonie in profondità non superiore ai 15 m.  Esemplari maturi si notano da maggio a giugno. Si nutre prevalentemente di molluschi, gasteropodi (Gibbula e Calliostoma) e da bivalvi, crostacei, zoostere ed alghe.  Si pesca occasionalmente con gangamelle o altre reti a strascico. Le dimensioni non superano i 10 cm di lunghezza.
Noto per le coste italiane all'Elba, nel golfo di Genova, alle Lipari, a Messina, Taranto

Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Go to home "GioSa".