Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Tordo ocellato
Nome scientifico:  Crenilabrus ocellatus
Ord. PERCIFORMI
Fam. Labridae
Gen. Crenilabrus
Ha corpo ovale e compresso con squame alquanto grandi (30-35 lungo la linea laterale, la quale è parallela alla curva del dorso fino alla fine della dorsale, poi si abbassa). Il preopercolo ha il margine posteriore (parzialmente anche quello inferiore) finemente dentellati e ha tre file di squame sulle guance.
La testa ha una leggera depressione sopra gli occhi e una andamento conico. Sono presenti alcuni pori sulla fronte, sul muso e dietro le orbite oculari. I fori nasali sono piccoli. La bocca è piccola e con labbra protrattili abbastanza spesse. La mascella inferiore è appena più prorninente dì quella superiore.
La pinna dorsale è unica e i raggi spinosi sono più di quelli molli. L'anale nei soggetti grossi si estende nella parte posteriore a forma di flabello. La codale ha il margine posteriore tondeggiante. Le ventrali e le pettorali non sono molto sviluppate.

La colorazione è differente per sesso, stagione e ambiente. L'unica caratteristica che si ripete è la presenza di due ocelli: uno al termine della linea laterale alla base della pinna codale (sempre nerastro) e l'altro all'angolo superiore del preopercolo (colorazione variabile).
Negli individui chiari (tinta di fondo verde giallastro con puntini celesti) il colore dell'ocello può essere verde smeraldo con bordi sottili rosso scarlatto.
Negli esemplari la cui tinta di fondo è sul bruno rossiccio, l'ocello è nero o blu-notte, sempre con i bordi rossi.
Alcuni rari esemplari sono colorati interamente ed uniformemente in rosso arancio, ad eccezione dell'ocello opercolare più scuro. Frequenta, solitario, fondali molto bassi delle coste rocciose.

La riproduzione si ha tra la primavera e l'estate. Costruisce un nido con  Cladophora e Cystoseira. Le uova sono ricoperte di una sostanza che fa presa con corpi sommersi. Si nutre principalmente di Briozoi, Policheti, Crostacei e Molluschi. Difficilmente supera i 13 cm di lunghezza.
La specie è diffusa in tutto il bacino del Mediterraneo. Sulle coste italiane è comune, specie nel Tirreno

Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Go to home "GioSa".