Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Torpedine marezzata
Nome scientifico: Torpedo marmorata
Ord. RAIFORMI
Fam. Torpenididae
Gen. Torpedo
Si distingue dalle congeneri, oltre che dalla colorazione, anche dalla forma degli spiracoli che sono subcircolari, coi margini muniti da sei ad otto appendici molli (generalmente sette) le cui punte si toccano quasi al centro dell'apertura.
Nel lato ventrale si apre la bocca, piccola e lievemente arcuata, con mascelle munite di denti triangolari, piccoli inferiormente. Le narici sono poste innanzi alla bocca e confluiscono in essa.
La coda è carnosa e depressa e porta due pinne dorsali di cui la prima è più alta che lunga e la seconda più piccola. Le ventrali sono grandi e tondeggianti e la codale a forma dì triangolo quasi equilatero. La pelle è nuda e liscia.
Gli organi elettrici, sono formati da circa 500 elementi prismatici a colonnina.
Il lato dorsale è normalmente bruno giallastro o rossastro con macchie bruno scure che gli conferiscono un aspetto marmorizzato. Il ventre è biancastro coi margini scuri. Vive su fondali di sabbia da 5 a 20 metri e su fondali di fango fino a 100 metri. E' una specie vivipara. Il suo ovario matura nei mesi di novembre e dicembre e il parto si verifica dieci mesi dopo. Il numero degli embrioni varia da 5 ad un massimo di 36. I neonati misurano circa 9 cm. di lunghezza e 6,5 di larghezza. Si nutre di pesci (pleuronettiformi e altre specie bentoniche). Si cattura occasionalmente con reti a strascico. Può superare i 60 cm.
Nei mari italiani è abbastanza comune dappertutto
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Go to home "GioSa".