Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Trigone viola
Nome scientifico: Dasyatis violacea
Ord. RAIFORMI
Fam. Dasyatidae
Gen. Dasyatis
Il disco è largo circa una volta e un terzo la sua lunghezza, con i margini anteriori lievemente arcuati e con un rostro appena pronunciato in punta. Lungo l'asse centrale vi sono delle spine molto piccole, acuminate e a base stellata Inferiormente è liscio.
Gli angoli superiori esterni delle pettorali sono arrotondati e i margini posteriori quasi rettilinei fino agli angoli inferiori dove si arrotondano bruscamente. 
La coda si va assottigliando rapidamente ed è quasi circolare in sezione.
Le mascelle sono quasi rettilinee e portano circa 34 denti superiormente e 38 inferiormente. Non vi sono né pinne dorsali né codale.

Dorsalmente è bruno-violacea e ventralmente bruno-violaceoo un po' più chiaro. Specie pelagica che si trova a notevoli distanze dalle coste, mentre nuota a profondità variabili tra la superficie e i 100 metri. Vive essenzialmente nei mari caldi e temperati.
Il suo aculeo è velenoso come quello delle altre specie.
Si nutre di crostacei planctonici, pesci  pelagici tipo sarde o alici e di molluschi cefalopodi. Gli embrioni sono a fine sviluppo in agosto e settembre. Se ne trovano in genere da 4 a 5 e solamente nell'utero di destra. Durante il periodo della gestazione la femmina ha il fegato enormemente sviluppato che occupa quasi tutta la cavità addominale. Si cattura con i palangresi molto al largo e nello stretto di Messina, da giugno ad agosto, in superficie, con la fiocina. Arriva poco oltre il metro e mezzo di lunghezza totale, coda compresa.
In Italia nota in Liguria, nel Tirreno centrale e specie nelle coste siciliane. Ultimamente segnalata con più frequenza in Adriatico, specie al largo del Delta del Po.

Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Go to home "GioSa".