Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Vinciguerria
Nome scientifico: Vinciguerria poweriae
Ord. CLUPEIFORMI
Fam. Gonostomatidae
Gen. Vinciguerria
Il genere è simile al Maurolicus. Si distingue per il fatto che i suoi fotofori sono perliformi e situati su corpi globulari neri.
Ha corpo piccolo, compresso, coperto di squame cicloidi, sottili ha il mascellare più convesso e un maggior numero di denti
Il carattere specifico più importante si rileva nella posizione dei fotofori. Altre differenze rilevabili a prima vista si notano nella posizione delle pinne e nel numero dei loro raggi. La dorsale, infatti, in questa specie prende origine più avanti, all'incirca alla metà del corpo e l'anale inizia al disotto del centro della dorsale; la codale è più lunga e la dorsale adiposa più piccola.
Lo strato argentino del corpo si perde verso l'origine dell'anale e nella porzione nuda del corpo esistono superiormente due serie di punti nerastri, i quali sono più piccoli nella superiore, più grandi e regolarmente posti un dopo l'altro nell'inferiore
Negli stadi in metamorfosi e in quelli giovanili, vive in profondità. Si tratta di specie batipelagica. Nello stretto di Messina è la specie che affiorano di notte più frequentemente. Si riproduce particolarmente in primavera e poco durante l'estate. La maturità sessuale è raggiunta alla taglia di poco superiore ai 30 mm Vive circa due anni. Si nutre, probabilmente di plancton. La lunghezza massima circa 50 mm
La specie è esclusivamente atlantica e mediterranea. Nel Mediterraneo è diffusa ovunque
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Go to home "GioSa".