Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Prodotti e Produttori

Sambuco - Sambucus nigra

Habitat: luoghi freschi fino alla zona montana.

Tutte le parti di questa pianta sono medicinali. Possiamo cominciare dai fiori, quei delicati ombrellini bianchi che si tagliano alla base, possibilmente in giornate asciutte. Si stendono all'ombra, in luogo riparato, ritirandoli soltanto quando sono perfettamente essiccati. Allora si possono sgranare, riponendo i fiorellini in un vetro ben chiuso che si conserverà all'oscuro. Se si necessita di un'energica e salutare sudata, senza conseguenze negative per il cuore, è sufficiente mettere due cucchiai di questi fiori in una tazza di acqua bollente, si lascia riposare,si cola, si addolcisce con miele e si beve questo infuso ben caldo, una volta a letto. Per favorire la secrezione del latte delle mamme novelle, si usa lo stesso infuso, sorseggiato in due tazze al giorno.
un cucchiaio di fiorellini bolliti in un bicchiere di acqua costituisce, poi, un blando lassativo particolarmente indicato per bambini, convalescenti o persone anziane. I frutti neri che maturano in autunno servono, bollendone due cucchiai in un bicchiere di acqua, a prepararsi un sano ed efficace purgante.
Ma il sambuco serve anche quando le ultime foglie e gli ultimi frutti sono ormai caduti. C'è ancora la corteccia, ottima per chi soffre di idropisia, di accumulo, cioè di acqua nel ventre. Allo scopo si servirà il vino di sambuco che si prepara mettendo a macerare per tre giorni tre etti di corteccia di sambuco in un litro di generoso vino bianco. Si filtra e si beve questo vino, vero nemico di quell'acqua tanto ingombrante, nella misura di un bicchiere al giorno.

Indietro
Mercaffari
Condizioni d'uso del sito
Scrivimi