Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Prodotti e Produttori

Valeriana - Valeriana officinalis

Habitat: luoghi umidi assolate dal piano alle zone montane.

Nell'umido dei boschi o sulle sponde delle acque che si snodano tranquillamente cresce la valeriana, una pianta che si sviluppa eretta ed elegante per più di un metro di altezza, ornata da fiorellini bianco-rosati disposti a mazzetti e caratterizzata da una radice corta e grossa. Il valore medicinale di questa pianta sta, appunto, nella radice con la quale si possono preparare i più svariati medicamenti.
Si raccoglie strappandola dal terreno, si essicca perfettamente al sole e si conserva in un vaso ermeticamente chiuso, per impedire che l'odore fetido e pungente che emana dalla radice possa ammorbare tutta la casa. Questo odore è causato da un olio essenziale che ha la caratteristica di donare calma e serenità, senza che il cuore, lo stomaco o il cervello ne abbiano a soffrire per un uso prolungato e senza che una cura protratta nel tempo possa portare a fenomeni di assuefazione.
La radice, perciò, è indicata a chi si sente spesso il cuore battere irregolarmente e nervosamente, a chi stenta a prendere sonno, a chi soffre di gonfiori allo stomaco o all'intestino, a chi lamenta frequentemente emicranie, attacchi nervosi, convulsioni, alle donne, infine, per attenuare i numerosi disturbi dell'età critica.
In tutti questi casi si usa l'infuso ottenuto versando un litro d'acqua bollente su venticinque grammi di radice di valeriana e lasciando riposare per circa tre quarti d'ora.
Quindi si cola e si beve un bicchiere di questo infuso più volte al giorno, secondo la necessità o l'intensità dei disturbi accusati. Per mitigare il cattivo odore dell'infuso e renderlo, così, più appetibile, si può aggiungere allo stesso qualche goccia di menta.
La tintura di valeriana, che serve sempre per curare i disturbi sopra citati in modo più completo, si prepara mettendo a macero, per otto giorni, venticinque grammi di radici in settanta grammi di acqua. Si cola il tutto, spremendo molto forte. Si prendono 15-20 gocce di questa tintura di valeriana anche cinque o sei volte al giorno, a seconda della necessità.
La valeriana, quindi, è fra i migliori calmanti e tranquillanti naturali che aiuta a fronteggiare con la necessaria serenità le quotidiane preoccupazioni, curando il vorticoso logorio del nostro sistema nervoso.

Indietro
Mercaffari
Condizioni d'uso del sito
Scrivimi