Benvenuto!
Adv

COTOGNASTRO COMUNE Cotoneaster integerrimus Medicus
Fam.: Rosaceae

È pianta presente nella fascia montana dell’Europa e dell’Asia. In Italia è rinvenibile, se pur non molto frequentemente, nei boschi asciutti, nei luoghi rocciosi relativamente aridi; vegeta da 600 m sino a circa 2000 m di altitudine. E’ raro e localizzato nell’Appennino meridionale.
Il cotognastro comune è un arbusto caducifoglio alto sino a 1,5 m, la corteccia ha colore violaceo-rossastro ed i rami giovani sono tomentosi e grigiastri. Le foglie, inserite alterne o fascicolate, sono ellittiche-tondeggianti, con margine intero; superiormente glabre, sono bianche e tomentose nella pagina inferiore. I fiori sono inseriti isolati o riuniti in fascetti di 3-5 all’ascella fogliare, sono piccoli e penduli; la corolla ècomposta da cinque petali di colore bianco-rosa; hanno un ricettacolo molto evidente. Il cotognastro risulta pianta ermafrodita; la fioritura avviene in maggio-luglio, I frutti (pomi) sono globosi, lisci, con diametro di 6-8 mm, di colore rosso a maturazione. L’epoca di fruttificazione è in settembre-ottobre.

  Impieghi:

I frutti del Cotognastro sono assai farinosi e insipidi, pur essendo commestibili non hanno particolari impieghi in gastronomia e nemmeno nella farmacopea. E' pianta talvolta coltivata a scopo ornamentale, divenendo decorativa nel periodo autunnale.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv