Benvenuto!
Adv

LAMPONE Rubus idaeus Fam.: Rosaceae

Questo profumato frutto del sottobosco deve il nome scientifico al rosso dei suoi frutti (rubeo ed al fatto di essere stato particolarmente abbondante sul monte Ida in Grecia così che Dioscoride (uno dei primi naturalisti della storia) lo chiamo' appunto "rovo del monte Ida".
Il lampone, detto anche FRAMBOS, ha distribuzione europea, asiatica e nordamericana: si tratta dunque di una specie holartica. Il lampone è essenzialmente specie montana e subalpina distribuita fra 600 e 1900 m di quota; si trova nei boschi ombrosi, ai margini di questi e delle strade, nei luoghi dirupati e ricchi di sostanze azotate.
Il lampone ha una porzione sotterranea perenne che ogni anno emette lunghi getti spinosi muniti di foglie alterne composte da 3 a 7 foglioline, dentellate al margine. Questi nuovi rami non producono fiori; al secondo anno divengono legnosi e fruttificano, morendo pero' nell’inverno successivo. I frutti sono drupe appressate, come quelle delle more, di un colore caratteristico fra il rosso ed il rosa carico e con un profumo veramente ineguagliabile. L’epoca di fruttificazione è essenzialmente in agosto.

  Impieghi:

Proprio per la bontà dei suoi frutti il lampone è oggetto delle cure dei vivaisti che ne producono varietà a frutti assai grossi e che fruttificano anche al primo anno: nessuna delle "cuItivar" raggiunge la fragranza dei frutti delle piante selvatiche. Oltre che gradevoli da mangiare freschi sono ottimi in marmellate, gelatine ed anche per produrre elisir e grappe, ovviamente tutti molto profumati.
Il lampone è ricordato anche nella farmacopea galenica quale astringente, depurativo, rinfrescante, tonico e sudorifero. Per questi scopi si utilizzano sia i fiori sia le foglie, da cogliere in agosto e seccare all’ombra.

 

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv