Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Prodotti e Produttori
Peperoncino (Capsicun annuum L.)
Peperoncino

Classificazione botanica, origine e diffusione
Famiglia: Solanaceae
Specie: Capsicun annuum L.

Pianta erbacea annuale originaria dell'America del Sud. In Italia è coltivato in tutte le regioni.

Caratteristiche morfologiche
Presenta fusti eretti e ramificati, alti fino a 100 cm Le foglie sono alterne allungate, acuminate all'apice. I fiori ascellari hanno una corolla pentalobata e sono di colore bianco-giallastro. I frutti sono bacche, in genere rosse a maturità, di forma diversa secondo la varietà.
I peperoncini si presentano in moltissime varietà, tutte commestibili e più o meno piccanti.

Coltivazione
Seminare in semenzaio protetto e trapiantare all'aperto quando le temperature sono stabilmente sopra i 15°C. Abbisogna di terreni sciolti, privi di ristagni idrici e in posizione soleggiata. Rincalzare e tenere pulito il terreno da infestanti; legare a dei tutori se necessario. Il peperoncino può essere coltivato anche in grandi vasi.

Raccolta e conservazione
Raccogliere i frutti quando sono maturi e farli essiccare in luogo ombroso e aerato. Possono essere conservati anche surgelati, sott'olio o sott'aceto.

Uso in cucina e proprietà terapeutiche
Per il suo potere antifermentativo è adatto con tutte le carni specialmente nei mesi caldi. I frutti, interi, a pezzetti o in polvere, vengono usati per dare sapore a moltissime pietanze.
Proprietà terapeutiche: aperitive, digestive, vitaminizzanti.

Indietro
Mercaffari
Condizioni d'uso del sito
Scrivimi