Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Prodotti e Produttori
Santoreggia montana (Satureja montana L.)
Santoreggia montana

Classificazione botanica, origine e diffusione
Famiglia: Labiatae
Specie: Satureja montana L.
Altri nomi comuni: Erba acciuga

Pianta perenne semi-sempreverde, originaria delle regioni montane dell’Europa centromeridionale.

Caratteristiche morfologiche
Suffruticosa, presenta fusti eretti o ascendenti, ramificati, alti fino a 50 cm. Le foglie opposte, sono lineari, scure, cigliate al margine, molto aromatiche. Le infiorescenze sono dei verticillastri di fiori bianchi o rosei.

Coltivazione
Si può propagare per seme o per talea di punta (prelevare i rametti senza fiori). Quando le piantine sono ben sviluppate trapiantare in vasi o in terra piena.

Raccolta e conservazione
Tagliare i rametti fioriti all’inizio della fioritura e utilizzarli freschi o essiccati in luogo ombroso e ventilato.

Uso in cucina e proprietà terapeutiche
I rametti vengono comunemente usati in cucina per insaporire e rendere più digeribili i piatti di carne, minestre, legumi, ripieni, formaggi, oli e aceti aromatici.
Proprietà terapeutiche: digestive, carminative, tonico-stimolanti. Per uso esterno, come antisettico nelle infiammazioni orali.

Indietro
Mercaffari
Condizioni d'uso del sito
Scrivimi