Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Prodotti e Produttori
Bagna caoda
... Ingredienti:
275 g di olio di oliva
60 g di burro
120 g di acciughe sotto sale
5 spicchi d'aglio
3 dl di latte
Cardi di media grandezza
Peperoni bene in polpa
Fette di pane casareccio
Succo di limone
... Procedimento:
Sfilettare le acciughe e dissalare i filetti; lavarli e pestarli in poltiglia in un mortaio.
Tritare finemente l'aglio e farlo marinare per un paio d'ore nel latte (cio' attutisce il gusto dell'aglio e facilita la digestione).
Eliminare le coste piu' dure dei cardi; togliere i filamenti dalle coste piu' tenere e tagliarle a pezzi con i cuori, metterli in una terrina con acqua fredda acidulata con succo di limone.
Nettare, tagliare a pezzi e lavare i peperoni.
Far sciogliere l'olio e il burro in un tegame in terracotta (in mancanza smaltato), aggiungere la poltiglia d'acciughe e, a calore appena accennato, farla incorporare; unirvi il trito d'aglio ben sgocciolato dal latte e continuare la cottura, sempre a calore tenue, per una ventina di minuti mescolando di tanto in tanto.
Nel mezzo del tavolo piazzare un fornello a spirito (oppure una piastra elettrica), mettervi sopra il tegame con la bagna cauda (deve essere mantenuta ben calda durante tutto il pasto).
Sistemare al centro del tavolo anche la terrina con i pezzi di cardi e di peperoni.
I commensali, un pezzo di pane nella mano sinistra, prendono uno per volta con lo speciale forchettino un pezzo di cardo o di peperone, lo asciugano con la salvietta, lo immergono nel tegame e, ben avviluppato di bagna cauda, lo mangiano.
Si procede cosi' sino all'immancabile esaurimento della bagna cauda sorseggiando di tanto in tanto buon vino, appena fatto, che abbia ancora il gusto dell'uva.
L'appetito, e' questa la meraviglia, rimane intatto, anzi eccitato ed in progresso.
I contadini inventori della bagna cauda sin dal tempo del lumino ad olio, alla fine, per utilizzare l'eventuale intingolo che fosse rimasto, usano rompervi dentro delle uova e strapazzarle.
Indietro
Mercaffari
Condizioni d'uso del sito
Scrivimi