Benvenuto!
Adv
Malva
Minestra di riso e malva

Raccogliere circa 3 etti di fiori e foglie tenere di malva. 1 etto di punte di ortica e 1 etto di germogli di luppolo. Lavare tutto con cura e scolare. Far rosolare con una noce di burro e un cucchiaino d'olio, un porro tagliato a rondelle sottilissime (a piacere anche uno spicchio, tritato, di aglio) facendo attenzione che colorisca appena. Tritare grossolanamente le verdure con la mezzaluna e aggiungerla al soffritto. Versare un litro e mezzo di brodo di pollo (in alternativa brodo di dado). Sbucciare e tagliare a dadini un paio di patate di media grandezza e unirle alla minestra. Far cuocere dolcemente 20 minuti e poi buttare 200 grammi di riso del tipo originario (adatto per minestre). Quando il riso sara' cotto spegnere e aggiungere ancora una noce di burro, abbondante parmigiano grattugiato e, se piace, un tuorlo d'uovo.


Gnocchi alla malva

Mettere a bollire abbondante acqua salata e buttarvi 1 Kg di patate lavate, a lessare (con la buccia) per 30 o 40 minuti e poi scolarle. Una volta tiepide sbucciarle e passarle allo schiacciapatate. Lessare, in acqua leggermente salata, 300 grammi di foglie tenere di malva e ortiche, poi scolarle, strizzarle e tritarle finemente o frullarle. Unirle alla purea di patate con un uovo, 300 grammi di farina, sale e pepe. Impastare e preparare gli gnocchi nel modo consueto. A parte sciogliere in un tegamino una noce di burro con uno spicchio di aglio schiacciato, versare un cartoccio di panna da cucina, 1 etto di prosciutto cotto tritato e 1/4 di dado. Far cuocere gli gnocchi e scolarli, condirli con il sugo e cospargere con petali di fiori rosa di malva e parmigiano a scagliette.

Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv