Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Prodotti e Produttori
Trofie di farina di castagne con pesto e fave
...ingredienti:
250 grammi di farina bianca, 150 grammi di farina di castagne, 150 grammi di fave secche (da ammollare per 60'+12 h), 8 cucchiai di pesto, un cucchiaio di Parmigiano grattugiato, due cucchiai di pecorino sardo, sale.
...procedimento:
Ammollate le fave secche per una notte.
Impastate le due farine con poca acqua tiepida e lasciate riposare una mezz'ora circa in un luogo riparato. Ricavate delle nocciole di pasta, arrotolatele sulla spianatoia, in modo da creare dei bastoncini di circa 4 cm, strisciateli trasversalmente imprimendo un movimento avvitato, in modo che acquistino l'aspetto di cavaturaccioli allungati. Mettete a bollire in una pentola abbastanza capace le fave e dopo circa 30 minuti, quando saranno quasi cotte, unite le trofie e fatele lessare. Scolate il tutto tenendo da parte due cucchiai dell'acqua di cottura che andrà messa nel piatto insieme al pesto, ad ammorbidire. Mescolate, cospargete con i formaggi e servite subito.
...osservazioni:
Le trofie una volta erano gli gnocchi a base di farina e patate. Solo acqua e farina per queste piccole spirali simili a cavatappi, che al morso sono un po' durette, elastiche, ma consistenti. Per forgiarle si divide l'impasto in pezzetti. Questi vanno trascinati sulla spianatoia in modo trasversale, con un movimento a V rovesciata e la mano a taglio e avviati fino ad ottenere la classica forma: ogni tronfia è lunga da 3 a 4 cm. Le trofie vanno fatte seccare qualche ora, prima della cottura.
Indietro
Mercaffari
Condizioni d'uso del sito
Scrivimi