Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Prodotti e Produttori
Ris e malastre (Riso con i fiori del pensiero selvatici)
... Ingredienti per 6 persone:
Ricetta di Bianca Rosa Gremmo Zumaglini
... Procedimento:

Viola del pensiero (viola tricolor) E' conosciuta anche con altri nomi, come: malastra, pensé, violetta blu, pensé salvei, pansé socera e nora, viola di San Giuseppe. Appartenente alla famiglia delle Violaceae, cresce in tutta Italia: le varietà che crescono in montagna, nei pascoli, nei prati e nei boschi, hanno fiori piccolini. E' una delle piante da giardino più famose, adatta per le aiuole e le bordure; i suoi fiori sono lievemente profumati e di tanti colori: bianco, giallo, lilla, viola, azzurro, blu. Venivano usati nella medicina popolare e, oggi, in erboristeria. Un'antica leggenda delle nostre valli, narra che il nome "malastra" è stato dato a questo fiore, per significare la posizione privilegiata della matrigna e delle sue due figlie, rispetto alle due figliastre. Infatti, in basso, sul petalo maggiore, sostenuto da due sepali verdi, sta comodamente seduta la "malastra"; ai due lati, il petalo sorretto dal sepalo, rappresenta il sedile per le figlie; i due petali che si trovano in alto (nel solaio), rappresentano, invece, il sedile per le figliastre. A ricordare questa leggenda, nella Valle del Cervo si consuma con piacere una deliziosa minestra. Ricordo d'averla gustata a Dasate di Rosazza, preparata in questo modo: Rina fece bollire delle patate in poca acqua, nella quale aggiunse una bella manciata di malastre appena raccolte. Cotte le patate, le schiacciò con una fetta del suo buon burro. Nella pentola, aggiunse poca acqua e fece cuocere il riso, insaporendolo con il sale. Poi, andò nel "crutin" (anfratto entro la roccia) a prendere un bel po' di latte con la panna affiorante e lo versò caldo sul riso, mescolando ed aggiungendo le patate schiacciate. Dopo 10 minuti di lenta cottura, la minestra fu scodellata e cosparsa con qualche malastra. Si lasciò "suré" (intiepidire) e, dopo pochi minuti, si formò sulla superficie della minestra un velo di panna invitante all'assaggio: veramente squisita!

Indietro
Mercaffari
Condizioni d'uso del sito
Scrivimi